Propositi per l’anno nuovo? No grazie, molto di più …

Tempo per sé, tempo per loro, tempo per cose nuove, tempo per ascoltarsi … Propositi per l’anno nuovo? Stavolta dico no grazie e in compenso penso a un modo nuovo di vedere e organizzare il mio tempo. Ecco come …

 

Propositi per l’anno nuovo? No grazie.
No, non è che ho deciso di gettare la spugna, ma alzi la mano chi di noi non si è ritrovata frustrata per non aver portato a termine i tanti (troppi) propositi che si era prefissata con l’inizio del nuovo anno.

Ragazze, la verità è che un anno equivale ad un’eternità di tempo. Troppo anche per qualcuno con la costanza e la concentrazione di uno Jedi per riuscire a portare a termine tanti progetti insieme.

Ma se applichiamo anche qui la buona regola che vuole che ogni montagna sia fatta di sassolini, ecco la soluzione.

Un aiuto mi è venuto dal lavoro che faccio, perché blog e social richiedono una programmazione precisa e puntuale. Divisa per settimane. Nei social anche per ore.

Ed ecco quindi il trucco per portare a termine le cose a cui davvero teniamo:
Programmare su breve distanza
In maniera costante
E scegliere qualcosa che ci piace. O ci piacerebbe tanto, ma tanto.
Anche qualcosa di inconfessabile tipo imparare a cantare se siamo così stonate da non aver mai osato farlo fuori dalla doccia o cucinare come un masterchef se non siamo mai andate oltre il risotto liofilizzato.
Fatelo! Facciamolo! Ora!

E adesso via con la settimana, ma organizzata in un modo nuovo.

Domenica

Ritagliatevi un’oretta per verificare la posta e l’agenda della settimana. Aiuta a partire più leggere il lunedì mattina ed evitare quel senso di oppressione che ci fa dire “Io li odio i Lunedì”

Se “vedere” la settima vi aiuta (a me molto), stampate il calendario e colorate la Settimana. Ho raccolto tanti Free-printable qui. Aiuterà a farla sembrare tutt’altro che grigia! Lavoro in verde, scuola-figli-famiglia in arancio, me time in rosa, …

Lunedì

L come lavoro ma anche come Love me.
Pianifichiamo appuntamenti e scadenze ma anche i momenti liberi!
Pensare di poterceli ritagliare senza averli messi  in preventivo è un’utopia, lo sappiamo, quindi impariamo a dare lo stesso peso a dovere e dovere verso noi stesse.

L come lunch
Avere un menù settimanale organizzato a priori semplifica le cose! Qui trovate i free printable e qui dei menù pronti con la lista della spesa. Ma se preferite una versione Green, qui le ispirazioni sono tantissime!!!

Martedì

M Come Motivazione
Scegliete la frase che più vi corrisponde in questo momento, stampatela e appiccicatela allo schermo del pc, in auto, nell’agenda, in un posto dove non la perderete di vista. Rileggetela e ripetetevela tipo mantra! Aiuta davvero a focalizzare pensieri ed energie su quel che vogliamo.

M come Me timeMommy night.
Un film insieme, un gioco da tavola, un libro da  leggere sotto la coperta, due bicchieri di vino , … a voi la scelta di cosa e con chi, sola, con Lui, con i figli, … l’importante è che vi faccia stare bene!!!
Mettete qui una di quelle cose che avete sempre sognato di fare e non pensateci troppo, fatela!

Mercoledì

M come metà dell’opera.
Check dell’agenda e delle consegne. A che punto siete con quel che avevate previsto?
Utile a fare un reset delle priorità e capire se mettere il turbo o prendersela con calma.

M come Me time. Di nuovo? Si, spezzate la routine e il peso della settimana con qualcosa dedicato a voi. Che sia il cinema con le amiche, un’ora di lettura sulla vostra poltrona preferita o una vasca piena di sali rilassanti e la vostra candela preferita, a voi la scelta. Per i mariti ho pronta la replica: i Me-day della settimana sono due: se il Mercoledì è vostro, il Martedì è suo.
Avvisate chi vive con voi, così non ci sono storie. E poi mi raccomando: M come Non Mollare.

Giovedì

G come Già Giovedì? Oppure come GASP?
Se sabato è sempre il giorno in cui si rompe la lavatrice, Giovedì è quello in cui arrivano gli imprevisti.
Nell’agenda della settimana quindi calcolate un’ora da dedicare ai last minute o al recupero di quel che non siete riuscite a gestire prima.
Prevederlo aiuta ad evitare l’affanno.

G come gratitudine.
Complimentatevi con voi e poi ringraziate. Lo facciamo troppo poco e invece fa un gran bene.
Ne avevo parlato in un post dal titolo: Del Dire Grazie e altre cose che ti cambiano la vita.
Fare un complimento alla collega per un nuovo taglio di capelli o ringraziare vostra suocera per avervi fatto trovare la cena pronta fa piacere e fa bene anche a chi lo fa.

Venerdì

Trasformarlo da  Vedo-la-fine-del-tunnel a Vittoria! Dipende da noi.
V come Vediamoci chiaro.
Cosa deve, assolutissimamente deve essere finito oggi è cosa invece può, se serve, essere spostato alla settimana prossima?

V come volontà
Ingraniamo la quinta! Niente è più motivazionale di un intero week end libero, no?

V come Vedere gli amici.
Di solito è un buon giorno per portare a casa qualche compagno di scuola  dei figli e invitare per una pizza i genitori. Opporre per organizzare un pigiama party con regole chiare: io tengo tuo figlio stasera, la prossima tu tieni il mio.
Ma anche per ingaggiare la Baby sitter e uscire!!!!

Sabato

S come Senza regole.
Tirate un sospiro di sollievo! Dimenticate la sveglia, concedetevi una colazione-pacchia (da noi si fanno i pancakes, ecco la ricetta) e fate la lista di quel che volete fare durante il week end.
Sembra brutto ma anche nel tempo libero l’organizzazione è utile a non ritrovarsi frustrati per non aver fatto tutto quello che avremmo voluto.

Domenica

Tornate al VIA, ma prima datemi il 5!

 

Che ne dite? Ci sono consigli che avete testato e vi va di condividere? Scrivete! Lo spazio qui sotto è tutto per voi.
E poi vi anticipo che ogni lunedì sui social, Facebook e Twitter, sarà #MotivationMonday!!!!
Una frase, un’idea, una proposta per mettere il turbo alla settimana e al Buonumore.

 

Qui scaricate

Motivation Monday 1

Buon Anno!!!! Vi voglio bene!

 

2 COMMENTI

  • Katia ha detto:

    Doveri fare anche io la lista delle cene settimanali (il giorno pranziamo tutti fuori).. credo che mi semplificherebbe tanto la settimana e non stresserei più mio marito chiedendogli ogni mattina “cosa mangiamo per cena?!” 😀
    grazie della dritta Sabina e buon anno anche a te!

    • Sabina ha detto:

      in effetti io vedo che più pianifico, più è semplice e le cose richiedono meno tempo. Il difficile è trovare il tempo per pianificare! 😉

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *