10+1 libri da leggere assolutamente e regalare a Natale

libri-da-leggere-assolutamente

Libri da amare tanto da non potercisi staccare, libri irriverenti, snob, eleganti o anche semplici.  Libri da leggere assolutamente.

Nel fare il bilancio di fine anno dedico sempre un posto speciale ai libri che ho letto.
Quelli con il potere unico di farmi vivere tante vite diverse, farmi incontrare personaggi interessanti e strampalati, permettermi, quando in casa tutti dormono, tranne me e la lavatrice, di fare un salto in un altro paese, in un’altra epoca o qualche volta perfino in un altro mondo.
E anche se leggere ormai vuol dire rubare ore al sonno (nel mio caso già molto scarso), ne vale sempre la pena.

I 10 + 1 libri che vi racconterò sono tra quelli che più ho amato quest’anno, sono libri da leggere assolutamente, ma anche libri da regalare a Natale a chi pensa che un buon libro possa essere davvero un ottimo amico.

10+1 libri da leggere assolutamente

  1. L’amore in un clima freddo, di Nancy Mitford, Adelphi
    La Mitford è una di quelle scrittrici che inviteresti volentieri per un té. Sagace, arguta, racconta nel 1949 un’aristocrazia inglese che invece dalle righe deborda spesso. Snob e bislacca, mondana anche se in bolletta, pratica l’intrigo e il tradimento più spesso della caccia alla volpe. Non dirlo ad Alfred ne è il seguito, di cui non potrete fare a meno. Romanzo autobiografico anche questo, ambientato nella Parigi degli anni ’50, dove la protagonista si è traferita per seguire il marito e la Mitford per seguire l’amante infedele di tutta una vita. Se vi dico che la sua immagine più bella è una foto scattata da Bruce Weber mentre in abito da gran sera e coperta di gioielli governa le galline, capirete che è una scrittrice con cui vale la pena fare amicizia.

2. Una dolce carezza di William Boyd, Neri Pozza A dispetto del titolo Amory Clay e la sua vita hanno ben poco di carezzevole. Talentuosa, determinata, fotografa il bel mondo prima, la Berlino a luci rosse degli anni ’30, poi New York, prima di saltare  a Londra negli anni ’40ferocemente antifascista e quindi diventare una delle più apprezzate corrispondenti di guerra. Donna spezzata ma mai piegata, racconta, ormai anziana, la sua vita con la macchina fotografica al collo, tra scatti scabrosi, amori assoluti e viaggi attraverso la storia. Un libro da divorare.

3. Le cose cambiano di Kathleen Shine, Mondadori 300 pagine per raccontare la vecchiaia con eleganza, sensibilità ed ironia. Una vita insieme quella di Joy e Aron, un amore invecchiato con dolcezza che lascia Joy persa, quando resta sola, ma solo fino a che non trova il modo di continuare il suo viaggio, con accanto un nuovo vecchio amore, tra lo sconcerto dei figli. Un bellissimo romanzo umano in cui tutto è grazia.

4. Una perfetta felicità  di James Salter, Guanda
Sembra una perfetta felicità la vita di Viri e Nedra, quella della classica famiglia borghese americana: caminetto acceso, due figlie, un cane, ottimi amici, bei libri, buon vino. Finché sulla perfetta superficie compaiono crepe sempre più profonde e la perfezione si sgretola.

5. Il bar delle grandi speranze di J.R.Moehringer, Piemme
Romanzo di formazione con un bar a fare da fil rouge. Un bar come ne restano pochi, un microcosmo di rara eppur comune umanità e la sola occasione per JR, bambino cresciuto senza padre con una madre che vive nel continuo disperato tentativo di sbarcare il lunario, di diventare uomo spizzicando dalle vite di tutti gli uomini che in quel bar quasi ci vivono. Un repertorio di personaggi così unici che JR, da grande, non può evitare di infilare nel suo romanzo.

6. Stoner di John Edward Williams, Fazi Non te lo dimentichi William Stoner, uomo comune, matrimonio infelice, cattedra all’università del Missouri, morte silenziosa. Unico lampo: una relazione con una giovane studentessa. Nulla da ricordare,  un’esistenza banale, eppure c’è qualcosa di straordinario che ha fatto di Stoner romanzo un caso editoriale a 50 anni dalla sua uscita e di William Stoner uno dei grandi personaggi della Letteratura con la L maiuscola.

7. Svegliamoci pure, ma a un’ora decente di Joshua Ferris, Neri Pozza
Paul O’ Rourke ha una vita invidiabile. Dentista di successo a New York, una vita scialacquando denaro e champagne tra i ristoranti migliori di Manhattan, una passione per i Red Socks e una sequela di fidanzate. Puzzle perfetto ma fatto di tessere senza niente a tenerle unite e che va in mille pezzi quando qualcuno ruba a Paul la sua identità. Con il più moderno dei mezzi: Internet e i social network.

8. Maschio bianco etero di John Niven, Einaudi
Indecente, pieno di oscenità, gratuitamente volgare, proprio come Kennedy Marr, scrittore hollywoodiano e grandissimo stronzo, che ha venduto l’anima al diavolo eppure sembra spassarsela, fino a quando le cose cominciano a girare in un verso inaspettato. Il Fisco lo bracca e la vita lo riporta a quell’Irlanda da cui era fuggito e dove la sua storia e i suoi fantasmi lo aspettano per fare i conti. Ironico e sboccato, come il precedente, esilarante…

9. A volte ritorno di John Niven, Einaudi
Accade a tanti genitori di essere così delusi dalla vita che i propri figli conducono, da volerli mettere alla prova. Non tutti ne hanno il potere, ma lui, il Padre Eterno, si. E siccome poi il mondo è diventato l’immondezzaio che lui non si sarebbe mai aspettato diventasse, rispedisce Gesù Cristo sulla Terra, a New York. Il biondo e hippy chitarrista in jeans non può che fare quel che, tra una canna e l’altra, gli viene meglio: aiutare gli sfigati della terra. Ma siccome i mezzi di comunicazione sono cambiati, per farsi ascoltare bisogna vincere un talent show.

10. Oh mio Dio di Anat Gov, La Giuntina
Piccolo, delizioso capolavoro di umorismo in chiave yiddish, questo è un Dio affetto da una depressione millenaria, che si affida alla terapia della psicologa Ellie. Un Dio che a 5773 anni si trova a dover fare i conti con il suo operato, non sempre giusto e spesso più piccolo e umano che grande e divino.

libri-da-leggere-assolutamente-lisciare-le-orecchie-a-un-bracco
11. Lisciare le orecchie a un bracco e altri piccoli gesti antistress di Teresa Monestiroli, Fabbri Editori
Un piccolo libro deliziosamente illustrato, di quelli che ti fanno piegare gli angoli della bocca all’insù al solo sfogliarlo. Un libro per grandi che colgono la bellezza delle piccole cose e un libro per bambini a cui augurare di restarlo per sempre, almeno un po’.

 

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *