Un libro da spiaggia? Ma che faccia molto ridere però

il libro più divertente

Che ne dite di un libro da spiaggia che vi diverta come la più spassosa delle amiche? Ecco il libro più divertente che ho letto …

Indecise se nascondere Guerra e Pace dentro l’ultimo numero di Chi o leggere di nascosto Il barbaro del deserto (Harmony da Collezione n°46) usando come schermo Il Corriere? Tutto dipende dai vicini di ombrellone. Perché sapete che le vostre letture determineranno l’opinione che la spiaggia avrà di voi.
Vi vengo in aiuto con un consiglio da amica: leggete un libro che faccia ridere. Anzi no, morir dal ridere.
Le ipotesi di reazione dei vicini sono due: o vi prendono per pazza (“pensa, ha tre figli, cos’avrà mai da ridere” … e in effetti …) e vi fanno il vuoto intorno, il che non è niente male, o si incuriosiscono e a quel punto chi ride in compagnia passa l’estate migliore che ci sia.

Il libro che sto per consigliarvi non è un semplice romanzo. E’ una guida spirituale, di sopravvivenza e di stile.

E lei, la protagonista, è quella a cui vorrete somigliare per il resto dei vostri giorni.
La bella notizia è che siamo sempre in tempo per farlo.

Il libro è Zia Mame, di Patrick Dennis, Ed. Adelphi (Lo trovate sul sito di La Feltrinelli a 16,57 euro). Scritto nel 1955, quando uscì rimase per quasi sei mesi in cime alle classifiche del New York Times. Sessant’anni dopo Zia Mame non ha neanche una ruga o se ce l’ha non si nota, come accade quando ci si trova di fronte una donna intelligente, brillante, spassosa e di classe.
Zia suo malgrado di un nipote saggio e posato, molto più di lei, Mame è quel che si dice una donna di mondo. Attraversa gli anni ’20 in compagnia degli amici più improbabili, dopo la crisi del ’29, ridotta in fumo la sua fortuna, le prova un po’ tutte ma è vendendo pattini la vigilia di Natale da Macy’s che la sua vita ha una svolta.

Per darvi un assaggio, eccovi il trailer di Auntie Mame (il dvd lo trovato anche su ebay)

Non vi racconto di più perché in questo libro da spiaggia divertente le sorprese sono sempre dietro l’angolo e perché è difficile farlo, tanto poco lineare e prevedibile è la vita della protagonista. Il libro è in effetti più una serie di racconti tenuti insieme da un filo (di perle).

Irruenta, versatile, appassionata, Mame è una di quelle donne che cambiano pagina, vita e stile con la facilità con cui si cambia un paio di calzini. Tutto è sempre possibile. Fingersi cavallerizza di prim’ordine per piacere alla famiglia del futuro marito, creare un rifugio per ragazzi inglesi durante la seconda guerra mondiale, ritirarsi in Messico e da lì combinare il matrimonio del nipote, partire per l’India e tornarne, più strampalata che mai, solo per volare nuovamente nella terra dei turbanti e degli elefanti portando con sé il suo bisnipote.

Di solito si arriva alla fine del libro senza essersene quasi accorte e con la certezza di aver trovato un’amica. Di quelle che trovano sempre una soluzione a tutto e che trasformano in una giornata nera in un’elegante grisaglia.

Il bagno 12 vi ha eletta attrazione dell’estate?  Regine del libro da spiaggia, non vi resta che leggere anche  Intorno al mondo con zia Mame e poi magari Povera Piccina. Stesso autore, stesso editore.

2 COMMENTI

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *