La ghirlanda di pompon multitasking

 

Diventa una corona, un centrotavola, una ghirlanda per l’albero ed è così bella che non la userai solo a Natale: ghirlanda di pompon, ecco come si fa

E’ appena passato Halloween e tu pensi “Ora c’è tempo prima che arrivi Natale“, ma un attimo dopo la vigilia è lì, che ti occhieggia da dietro l’ultima finestrella del Calendario dell’Avvento.
E tu vorresti trovare il tempo per le amiche, per decorare casa in un modo diverso e divertente, magari anche per goderti qualche oretta solo per te, con un tè profumato, delle brioche calde e tante chiacchiere.

Troppe cose da mettere insieme? Forse no, se fate come noi.
Le serate fuori sono diventate difficili da organizzare? E voi scegliete una domenica mattina, di quelle in cui i figli poltroni sono contenti di restare sotto il piumone e i mariti più bendisposti ad occuparsene.

Invitate le amiche di sempre e anche qualcuna che non avete mai trovato il tempo di frequentare, ma che sentite potrebbe diventare un’ottima amica.
Preparate una colazione croccante, lucine, musica di Natale (a proposito, la mia playlist preferita su spotify è Christmas unplugged, ascoltatela!) e poi via libera a quelle chiacchiere al femminile che ci piacciono tanto e rendono la vita più leggera.

Io tutto questo l’ho trasformato in un’occasione per incontrare anche quelle amiche di Zigzagmom che mi seguono da anni ma che per me ancora non avevano un volto e quelle incontrate su Instagram e diventate ottime amiche nella vita. Ed è stato davvero bello.
Ho aggiunto qualcosa da costruire, perché sapete che qui non si sta mai con le mani in mano e nella Zigzagfactory tutte diventano crafty.

Godetevi il video del pompon-workshop e poi i dettagli…

Come preparare la colazione perfetta con le amiche?

Scegliete un angolino da allestire con stoviglie di carta, ma belle!
Le nostre erano tutte bianco e oro: piatti a righe, piattini a stelle, bicchieri, forchettine e tovaglioli, tutto di Cocchilù che è la mecca per le feste di ogni tipo (e per trovare un sacco di idee). Shop perfetto per la vostra tavola di Natale!

In tavola solo cose deliziose!
Accendete il forno mezz’ora prima che arrivino le amiche, poi infornate le brioche per 20 minuti circa e godetevele calde e croccanti.
Tre Marie croissanterie ci ha viziato: dal croissant vegano a quello alla carota e semi di chia, dai Midi, mignon così buoni che uno tira l’altro, fino DolceInverno con zenzero e cannella … ancora mi lecco i baffi!

Da bere non succhi qualsiasi, ma gli estratti di Ortoromi. Prodotti con curiosi abbinamenti (date un’occhiata qui) di frutta e verdura  estratte a freddo, sono senza coloranti, conservanti, e zuccheri aggiunti. Per darvi l’idea dell’effetto che fanno, avrei dovuto filmare le facce di chi li assaggiava per la prima volta (bambini compresi!!!). Mai più senza!

Il tè perfetto? Quello di Natale, profumato alle spezie, ovviamente. Se siete a Milano io vi consiglio un micro negozio molto ben fornito: Tea and Mi, a due passi dai Navigli. Ne ho parlato qui.

 

Una colazione così aiuta a rompere il ghiaccio e poi, sedersi a tavola per liberare la propria vena creativa è decisamente più facile.

La ghirlanda di pompon si fa così

Per costruire la ghirlanda siamo partite da un nastro fatto di stelline dorate (io vi consiglio qualcosa di morbido, come una passamaneria). Abbiamo costruito pompon di tre diverse misure utilizzando l’attrezzino che vedete nel video e che semplifica molto le cose.

Se volete pompon multicolore dovete soltanto annodare insieme da un capo fili di lana di colori diversi e arrotolati per farne un unica matassa, che poi userete per il pompon.
Se invece volete pompon bicolori, lavorate metà dell’attrezzino con filo rosso, per esempio e l’altra metà con filo bianco.

Quando ultimate il pompon, legatelo ben stretto con un filo di lana di 30 cm circa e poi legatelo al nastrino iniziale.

Dopo aver riempito di pom pon la vostra ghirlanda, decorate gli spazi vuoti con nastrini multicolori (io ne ho scelti di glitterati … ovviamente): tagliatene pezzetti lunghi 15 cm ed annodateli nastrino-ghirlanda.

Tutti questi materiali vengono da Flying Tiger.

L’ultimo tocco sono delle stelle di cartone.
Ho incollato su entrambi i lati di un cartoncino dei pezzi di bellissime carte da parati regalatemi da Le civette sul comò shop on line, ma anche bellissimo show-room dove trovare idee in quantità per la cameretta ma anche per tutta la casa, oltre ad un’infinità di oggetti e regali uno più bello, ricercato ed inusuale dell’altro.
Ho disegnato sopra le stelle, le ho ritagliate e le ho legate con il classico cordoncino bianco e rosso come vedete nel video, creando una seconda stella.
Sono bellissime da usare anche per decorare pacchetti regalo o come segnaposto!

Ghirlanda ultimata! Che farne ora?

Potete fissarla con tanti spilli ad un’anima di polistirolo per farne una corona come questa, bella da appendere alla porta, ma anche da appoggiare su un piatto e illuminare di candele per il centrotavola di Natale…

 

 

… oppure decorate una renna come questa

… o decorate un angolino di casa così, come ho fatto io. E chi ha detto che dopo Natale i pompon vadano tolti?


 

Grazie a chi ha partecipato a questo workshop e a tutte quelle tra voi che avrebbero voluto essere con noi ma non vivono a Milano. Vorrà dire che penserò ad una trasferta!

Grazie anche alle aziende che mi hanno fatto da partner in questo progetto: CocchilùTre Marie croissanterie, Ortoromi,   Flying Tiger,  Le civette sul comò

 

 

 

 

1 COMMENTI

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *