Libri col ritmo tra le righe

Photo credit littlehelsinkii.blogspot.no
Photo credit littlehelsinkii.blogspot.no

Chi l’ha detto che i libri sono sempre silenziosi? Ci sono libri che rullano come tamburi, altri che ti fanno ballare, altri ancora che hanno il ritmo tra le righe …

Tra i libri “rumorosi” due albi che non rilassano ma “agitano” piedi e culetti sono A caccia dell’orso  e Tatiana, struzza africana .
Entrambi i libri si prestano bene a della “ginnastica di gruppo” perché molto ritmati e l’elemento vincente è proprio la ripetitività di frasi ed azioni.
A caccia dell’orso, di M. Rosen ed H. Oxenbury, Mondadori, 14 euro. Una famiglia allegra e un po’suonata, mamma, papà, tre figli e un cagnone, decide di passare la domenica andando a caccia nientepocodimenoche di un orso. Idea balzana ed anche un po’ pericolosa, tant’è che si trovano a dover affrontare noie impreviste fino all’incontro con  l’orso, che non è dei più amichevoli, così che i nostri sono costretti a correre a casa in tutta fretta. E facendolo ripercorrono i paesaggi già percorsi all’andata. SVISH, SVUSH, si cammina a fatica nell’erba alta, SQUELCH, SQUELCH, bleah che schifo correre nella melma, SCRIC, SCROC, shhhhhhh non far rumore nel bosco o l’orso ci trova.  I rumori onomatopeici sono riportati a grandi lettere sulle tavole ed invitano a riprodurli mimando i movimenti. Brioso e coinvolgente è anche magnificamente illustrato, tant’è che  ha vinto anche il premio Andersen nel 2013.
Tatiana, struzza africana, di R. Chaundler e B. Carvalho, Logos Ed., 12,95 euro.
Tutti di corsa nella savana africana con un’un’antilope e una zebra per correre in aiuto di Tatiana, struzza vanitosa che si caccia nei guai per colpa della sua coda piumata.

libri rumore

Muniti i bambini di tenute comode e antisdrucciolo (sneakers e tute andranno benissimo per una lettura in esterni), eccovi le “istruzioni per l’uso” per la migliore riuscita della performance.
Come creare degli effetti speciali molto casalinghi? utilizzando un barattolo vuoto e riempiendolo con riso o fagioli, stropicciando tra le mani diversi tipi di carta, soffiando sul bordo del collo di una bottiglia, …questi sono tutti modi per animare il racconto ed attirano ulteriormente l’attenzione dei bambini.

Premessa: è vivamente consigliato invitare amichetti pro-baraonda, soprattutto i figli dei vicini di casa, che così non avranno niente da dire su pavimenti e pareti vibranti
1. Durante la lettura è vietato stare seduti
2. è consentito pestare  forte i piedi, agitarsi liberamente e cantare/urlare a squarciagola
3. Voltata l’ultima pagina è consentito riprendere fiato, ma solo per ricominciare!
Posologia:
NON somministrare mai prima della nanna.
Attenzione: creano dipendenza.

Ehi, forse non tutti sapete che il 24 dicembre scorso è entrato in vigore il Decreto Legge 145/2013 “Destinazione Italia”, un insieme di manovre volte tra l’altro a garantire una riduzione delle spese che gravano sulle famiglie italiane. L’art. 9 prevede la possibilità di detrazione fiscale del 19% sull’acquisto di libri cartacei (muniti di codice ISBN) fino ad un importo massimo di 2.000 euro per anno solare: 1.000 euro da poter spendere per i libri generali e altri1.000  per libri scolastici ed universitari (non valgono, purtroppo, gli e-book… al solito, legge vecchia già sul nascere 🙁
Il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Massimo Bray, ha dichiarato che «questa iniziativa si inserisce in un progetto strategico di diffusione di libri, fondamentale per la formazione dei cittadini e per il rilancio della cultura».
Attenzione: «l’acquisto deve essere documentato fiscalmente dal venditore», ma non è ancora chiaro se lo scontrino debba riportare i dati dell’acquirente o se si debba richiedere fattura.
In Italia una famiglia su dieci ha dichiarato nel 2013 di non avere in casa neanche un libro. Leggiamoci sopra…

Libri e modalità di lettura sono suggeriti da Barbara

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *