La vita con un cane: tutto quello che ho imparato sui feromoni

La vita con un cane Zigzagmom

Come dargli il benvenuto, come evitargli stress e paure, come leggere i suoi comportamenti, … ecco tutto quello che c’è da sapere su la vita con un cane.

Bistecca, Peppa, Figaro, Emilio, Camilla e le loro tre cucciolate da otto, e poi Alberto, Ettore, Tullio e Teresa. E adesso Livia.
Al mio 10º cane posso dire che non ce n’è uno uguale all’altro: chi con due gocce di pioggia non vuol saperne di uscire, chi si butta in acqua anche a gennaio, chi va matto per le mele e chi solo crocchette (e se può rubare quella del gatto ancora meglio).

C’è stata Teresa per cui salire in macchina era ogni volta un incubo ed Emilio che per tutti i suoi 19 anni ha sempre viaggiato con noi e saltava in auto non appena aprivamo lo sportello.
C’è stato Alberto, che aveva una paura terribile dei temporali, tanto che me lo ritrovavo sempre tra le gambe, sotto la scrivania.
Ora c’è Livia, che quando è arrivata dalla collina piemontese in pieno centro a Milano si piantava, orecchie basse coda tra le gambe, ogni volta che passava un tram o sentiva strombazzare una moto. Si è abituata in fretta alla vita di città, ma ancora ringhia alle campane della chiesa.

Insomma anche per il nostro quattro zampe esistono motivi di stress. Quel che non sapevo, pur da cinofila (e gattofila) patentata è che esistono anche modi per sollevare i nostri amici pelosi da ansie e preoccupazioni.

Tutto quello che ho imparato sui feromoni

La vita con un cane Zigzagmom Adaptil collare

La parola magica è feromoni e ho scoperto cosa sono, come funzionano e cosa ci dicono sui nostri animali con la Dottoressa Sabrina Giussani, Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale.

I feromoni sono un mezzo di comunicazione nel mondo vegetale e animale vecchio come il mondo. Sono un fantastico indicatore, che noi bipedi abbiamo perso, di modificazioni emozionali e risposte comportamentali.
Mi piaci, mi stai antipatico, me ne vado, Ehi, baby, usciamo insieme… tutte quelle cose che noi ci diciamo a parole i quattro zampe se le dicono così.

I Feromoni sono secreti da ghiandole sebacee, che si trovano nel solco intermammario (si chiamano feromoni di appagamento quelli che la mamma produce dal 3° – 4° giorno dopo il parto), intorno alla bocca (mento, labbra, guance fino alle tempie), tra le dita delle zampe cuscinetti plantari e a livello anale e sopra e sotto la coda.
Ecco perché si annusano sempre! E’ un po’ come se si chiedessero: “Come va oggi? Di che umore sei?”
I feromoni poi sono anche disciolti nel liquido amniotico (si chiamano feromoni di adozione quelli di cui i cuccioli sono ricoperti alla nascita) nella saliva, nell’urina e nelle feci, il che spiega anche perché i nostri animali amano tanto lasciare la loro “firma” in giro.

Non sono semplici odori, ma molecole che attraverso l’Organo Vomeronasale arrivano fino alla corteccia cerebrale.
Il cane lecca per portarli alla bocca, mentre il gatto annusa a bocca aperta, muovendo velocemente la lingua per fare un effetto aereosol.

I feromoni sono quindi segnali chimici che trasmettono messaggi comunicativi ed emozionali ed entrano in gioco sia nella routine quotidiana, sia nei picchi emotivi causati da eventi particolari, come uno spavento, un viaggio, la settimana in pensione, i temporali, i classici e tanto temuti botti delle Feste, …

I rimedi più efficaci per evitare lo stress e garantire serenità ai nostri piccoli amici esistono e sono proprio a base di feromoni. Li produce Ceva Salute Animale e si chiamano Adaptil® (per cani) e Feliway® (per gatti). Sono prodotti che, grazie ai feromoni trasmettono un naturale appagamento e riportano serenità nell’animale.
Ceva Salute Animale è l’unico marchio comportamentale clinicamente provato a livello internazionale con 15 milioni di gatti trattati con Feliway in tutto e il 92% di proprietari completamente soddisfatti.
Adaptil è clinicamente provato sia su cani e adulti che sui cuccioli.

Cos’altro possiamo fare per aiutare i nostri pets?

La vita con un cane: tutto quel che è bene sapere

La vita con un cane Zigzagmom Adaptil

 

Arriva un cucciolo!
Per un perfetto Benvenuto a casa potete usare il collare Adaptil Junior che rilascia messaggi rassicuranti che aiutano il cucciolo a superare lo stress della separazione dalla mamma e ad ambientarsi nel nuovo contesto.

E se il cucciolo in arrivo è il vostro bebé?
Prima di portare a casa un neonato portate a casa al vostro animale il primo cappellino del bebè.
E prima ancora di partorire rendetelo partecipe! Raccontate che avete un bebè in pancia e lui percepirà le vostre emozioni. Non è assurdo come sembra, credete!

Per facilitare il trasporto fino a casa potete usare Adaptil Transport, uno spray da lasciar evaporare una decina di minuti prima di mettere il cucciolo nel trasportino e che contiene i feromoni di appagamento della mamma.
Oppure usate Adaptil Express compresse  che un prodotto a base di ingredienti naturali in grado di tranquillizzare il cucciolo e fate fare al vostro cucciolo il suo primo viaggio in braccio a voi, seduti dietro, con una rete di separazione dal sedile anteriore.

Una volta a casa tenetelo nella stanza più vissuta spostandolo con voi con la sua cesta o cuscino. La notte dormite tutti insieme gruppo famiglia, perché lui è abituato a fare gruppo e se si sente solo va in panico. Potete aggiungere Adaptil Calm diffusore, sempre a base di feromoni appaganti materni.

Un cucciolo deve scoprire il mondo per gradi. Dopo 20 minuti deve dormire. Non chiedetegli di più. Non mettetelo in braccio a tutti; per lui sono estranei! Lasciate che siano le persone ad abbassarsi così lui si avvicina, se vuole.

La passeggiata è fondamentale sempre, anche se ho un giardino, sennò il cane si annoia e abbaia ma non si diverte affatto.  Due ore al giorno in passeggiata sono essenziali.

Temporali o botti li impauriscono e tendono a fuggire. Vanno rincuorati, scegliendo una stanza rifugio, per esempio per Capodanno. Luci soffuse imposte chiuse, tv di sottofondo e magari gli leggiamo un libro.

Tutto quanto vi ho raccontato per i cani vale anche, con alcune differenze, per i gatti. Sul sito di Ceva trovate tante informazioni utili.

 

 

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *