Libri, giochi e app per imparare a contare

Photo credit theheartbook.tumblr.com

Photo credit theheartbook.tumblr.com

Imparare a contare è utile. Si impara a leggere l’ora sulla sveglia e a non far arrivare in ritardo la mamma. Si impara che i grandi hanno anni scritti con due numeri (e già questo deve far riconoscere che siamo importanti). Si impara a chiedere tre euro invece di uno alla fatina dei dentini, …

1,2,3,5,8,…
più o meno va così. La prima conquista sono le cinque dita, poi si passa alle due mani, facendo più o meno tornare i conti, come quando si fa “ambarabà ciccì coccò”, poi si diventa grandi e si va oltre il dieci… e poi si passa direttamente al momento in cui si chiedono 10 euro per uscire.
Noi, io e Barbara, abbiamo scovato un po’ di libri che insegnano la matematica, ma anche molto altro.

libri contare 1

“365 pinguini”, per esempio è un libro divertentissimo, prima di tutto perché i protagonisti sono animaletti buffi adorati dai bambini e poi perché la loro avventura è davvero esilarante e i pinguini si moltiplicano pagina dopo pagina. Il libro parla un linguaggio da bambino e si svolge lungo un intero anno solare: ogni giorno il fattorino consegna ad una famiglia un po’ stramba un nuovo pinguino. La convivenza si fa via via complessa, come anche la gestione di questa comunità in frac, sempre più numerosa (dove li mettiamo e che gli diamo da mangiare?). Il 31 dicembre il misterioso mittente, un lontano zio, poterà via con sé 364 pinguini, tutti meno uno e il primo gennaio, driiiin, c’è qualcuno alla porta…
Si impara a contare, ma si imparano anche i giorni della settimana, i mesi dell’anno e l’ecologia, tanto che il libro è suggerito da Legambiente. Le immagini, di grande formato e coloratissime, sono molto accattivanti ed han fatto vincere a questo libro il premio Andresen. In piùpinguini si possono davvero contare tutti!
“365 pinguini”, di Jean-Luc Fromental e Joëlle Jolivet, per bambini fino a 5 anni, ed.  Il Castoro, 15,30 euro nello shop on line Feltrinelli.

libri contare 1 copia

Un altro libro per imparare a contare, stavolta con i primati, è “Un gorilla per contare” di A. Browne, ed. Kalandraka, nello shop on line  a 16 euro. Le figure dei pelosoni (scimmie, lemuri, macachi, gorilla, … mica così diversi da noi, eh?) in tavole così belle da sembrare quadri sono associate al numero, in grandi dimensioni, così si può anche imparare a scrivere i numeri.riferimento. In più il libro racconta la famiglia e ci fa scoprire che, pur meno pelosi, siamo davvero parenti di questi animaletti e animaloni.

libri contare 2

Dai libri numer-ecologici, ad uno decisamente cittadino. Provate a pensare quanti numeri i vostri occhi registrano ogni giorno semplicemente passeggiando: i numeri civici, quelli dei bus, le targhe delle auto, i cartelloni dei supermercati, … “Le avventure del signor 1” accompagna i vostri bambini in una passeggiata virtuale (che serve come input per un esercizio reale da poter fare tutti i giorni, per esempio quando siete fermi al semaforo) alla scoperta dei numeri da 1 a 100. “Le avventure del signor 1”, di Anna Cerasoli e Mattia Cerato, Emme Edizioni, su Amazon a 8,08 euro. Consigliato per bambini di 5/6 anni.

libri contare 2 copia

Allenamento da fare in casa, comodamente stesi sul tappeto del salotto? “La banda dei furfanti” , ed. Haba è un gioco da tavola da giocare in 2 o in 4 con bambini dai 6 anni in poi. La polizia di Lingottopoli è sulle tracce di Zip Nonmitrovi e della sua banda di furfanti! Aiutate ad arrestare questi sfacciati ladri. Quale occhio di falco conta rapidissimo i giusti furfanti? Su Amazon  a 5,98 euro.

In attesa dal dentista o lungo un tragitto in tram, un modo intelligente per ammazzare il tempo è “Toca Store” su iTunes , 2,69 euro.
Si gioca dai 3 anni in su insieme a mamma o papà (ofratello, così non si menano per rubarsi l’ipad). Si fa la spesa e si imparano l’addizione e la sottrazione. Il negoziante sceglie i prodotti in un  catalogo e li acquista per il suo negozio. Arriva quindi il cliente, con un portamonete pieno di 10 soldini. Farà la spesa tenendo conto via via di quanto spende e verificando poi il resto (soprattutto se gioca con il fratello).

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *