Idee smart per riciclare i vecchi jeans

riciclare i vecchi jeans

Buchi sulle ginocchia, bambini che crescono e modelli di moda che cambino… come riciclare i vecchi jeans? Ecco le idee da copiare subito!

Cos:
Ci dicono che cresciamo come funghi e probabilmente è vero.
Se io metto vicini i miei jeans di quanto ero piccola con quelli di oggi mi viene da ridere.

Ne ho una collezione di jeans che non mi vanno più bene, ma siccome la mia mamma è una che si inventa sempre delle cose nuove con quello che non va più, lo faccio anch’io.

Come riciclare i vecchi jeans in qualcosa di molto utile

Per esempio possiamo trasformarli in sacchetti portagiochi, perfetti per infilarci i colori o un puzzle da portare con noi quando si va al ristorante e noi rischiamo di annoiarci. 
Oppure possiamo metterci le perline o i mattoncini, che quando finiscono sotto i piedi della mamma sono guai.

Come si fanno? E’ facilissimo.

Servono:

  • vecchi jeans
  • cordoncino di cotone
  • chiusure a coulisse (si trovano in merceria)
  • colla da tessuto
  • forbici
  • qualche molletta da bucato

  1. Stendete bene i jeans sul tavolo, quindi tagliate le gambe a ca. 40 cm dal fondo.

2. Rigirateli al contrario. Spalmate della colla da tessuto sul fondo, nella parte interna.

3. Premeteci sopra l’altro pezzo di tessuto e fate aderire bene. Usate delle mollette da bucato per tenere ben uniti i due pezzi fino a che la colla si sarà asciugata.

4. Intanto ripiegate il lato esterno verso l’interno per un’altezza di ca 3 cm. e incollate il bordo. Anche qui usate le mollette.

5. Rigirate il sacchetto che avete creato, con le forbicine fate un taglietto sul davanti dell’orlo superiore e infilate poi il cordoncino, facendolo scorrere fino a farlo uscire dall’altro lato (il modo più semplice per farlo e attaccare un spilla da balia all’estremità che farete scorrere.

6. Infilate le due estremità nella chiusura a coulisse e fermate con un nodo. Voilà!

Allo stesso modo potete fare:
dei sacchetti porta occhiali o porta cellulare,
dei sacchetti più grandi porta biancheria o porta scarpe, usando jeans di misure da grandi,
un piccolo zainetto per le bambole o per voi
… un sacco di altre cose.

Sabina:
Potete farne anche un cache pot per vasi da fiori o da trasformare in portapenne infilandoci dentro un barattolo vuoto.

In questo caso procedete come nei punti 1., 2. e 3., incollando o cucendo.

Poi rigirate il sacchettino che avete ottenuto e ripiegatelo in modo che la cucitura del jeans sia in verticale e a metà.
Appiattite bene e vi ritroverete con due punte a triangolo.

Cucitele ad un’altezza di 3/4 cm.
Rigirate ed avrete ottenuto un sacchetto piatto. Ora basterà infilare un barattolo o un bicchiere e risvoltare il bordo superiore all’altezza giusta.

Che fare poi con la parte superiore dei jeans? Una comoda pochette di quelle che in borsa servono sempre, o un portapenne.
Basta incollare l’interno come sopra, rigirare e cucire o incollare all’interno della parte superiore del velcro o dei bottoni automatici.

Cos:
E se come me avete tanti leggings con le ginocchia bucate (bisogna essere delle vere specialiste e io lo sono), fate tanti sacchetti, che servono a tutta la famiglia (e così non vi sgridano più per i buchi sulle ginocchia).

Questo post è stato scritto in collaborazione con Brums
Cos indossa un top e dei pantaloni Brums e anche il fiore tra i capelli è dello stesso marchio.

Vedi anche
13 idee per riciclare i jeans e idee davvero furbe per riciclare i jeans

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *