#Vaisulsicuro, la guida completa alla sicurezza dei bambini in auto

sicurezza-dei-bambini-in-auto

Normativa, suggerimenti, errori da evitare e siti da consultare: tutto quello che c’è da sapere sulla sicurezza dei bambini in auto. #Vaisulsicuro!

“Attento, non correre troppo forte, che poi cadi”
“Se fai skate, metti le ginocchiere…e non dimenticare il casco”
“Ehi, un po’ più piano su quell’altalena, no? Vuoi ruzzolare giù?”

Proteggiamo i bambini da qualsiasi cosa, ma poi gli permettiamo di scorrazzare liberamente in auto. Proprio in auto! Dove non si rischia solo un bernoccolo o un ginocchio sbucciato, ma dove la disattenzione è la prima causa di incidenti e anche i tragitti brevissimi possono essere molto pericolosi.

Se mai vi è venuta la tentazione di dire: “Ma sì, non ti mettere la cintura che arriviamo subito”, non fatelo!

Il 15 ottobre si è tenuto il primo convengo sui bambini e la sicurezza stradale, “Vai Sul Sicuro” e le notizie raccolte sono da brivido.

Per esempio:

  1. 60% dei genitori italiani non usa il seggiolino. E si tratta di un fattore per lo più culturale.
  2. Tra chi decide di acquistarlo, una buona parte lo compra usato, senza sapere che un seggiolino dopo 10 anni ha fatto la storia e può essere perfetto per un museo ma non per farci viaggiare il proprio figlio.
  3. Tra i saggi che allacciano i bambini in auto, molti lo fanno in modo errato.
  4. Spesso si utilizzano seggiolini non appropriati per il peso del bambino, posizionati sul sedile sbagliato e chi più ne ha più ne metta.

Ok, ora se state sudando freddo, mettetevi tranquilli, perché abbiamo preparato un ripassone generale per tutti noi genitori.

Vai sul sicuro: tutte le dritte e i consigli per la sicurezza dei bambini in auto

E’ bene sapere che:

  1. Nei bambini la testa è la parte più pesante del corpo (pensate che è un terzo del peso totale, mentre in un adulto rappresenta 1\14)
  2. Lo scheletro dei nostri piccoli testoni non è completamente formato fino agli 11 anni; è quindi necessario che un bambino sia protetto in modo diverso a seconda del peso e dell’altezza.

Per questo esiste il seggiolino, mica è un vezzo!
Anzi, il seggiolino è obbligatorio secondo l’articolo 172 del codice della strada e da qui non si scappa.

Sicurezza dei bambini in auto: Come scegliere il seggiolino?

  1. La legge prevede il seggiolino fino ai 150 cm di altezza del bambino, perché nei crash test delle auto si usano manichini proprio da 150 cm in su e i bimbi spesso non sono contemplati.
  2. Fino ai 15 mesi secondo la nuova normativa R129 “i-Size”: seggiolino a guscio (il famoso ovetto) da posizionare obbligatoriamente in senso opposto a quello di marcia, mentre secondo la normativa ECE R44/04 (in vigore insieme alla R129) l’obbligo di viaggiare in senso contrario di marcia è fino ai 9 Kg del bambino.
  3. Fino ai 4 anni: si usa il classico seggiolino. Sarebbe meglio tenerlo sempre rivolto nel senso opposto a quello di marcia, almeno finché le gambe ci stanno!
  4. Fino ai 150 cm (12 anni circa): seggiolino con schienale o rialzino. Quest’ultimo è utile anche se non è stabile e non protegge dai colpi; serve solo per evitare che la cintura di sicurezza prema sul collo del bambino.

È chiaro che se vostro figlio dodicenne è già alto come un cestista dell’MBA, il rialzino lo si lascia a casa. E comunque tenete sempre conto delle variabili altezza e peso quando scegliete il vostro seggiolino e ricordate che l’importante è che testa e corpo siano protetti, mentre le gambe a penzoloni non sono un rischio.

Seggiolino, dove ti metto?

La posizione di maggior rischio è il sedile davanti con cintura di sicurezza slacciata (ok, grazie, questa la sapevamo tutte). Quella di maggior sicurezza invece è sul sedile posteriore, meglio al centro, ma questo non è vincolante.

Prevenire è di gran lunga meglio di curare ma se accade lo stesso un incidente?
Noi possiamo dobbiamo fare la nostra parte per minimizzare le conseguenze!
Allacciando i nostri figli al dispositivo di sicurezza (quello fatto apposta per lui!) queste conseguenze si riducono del 50% (e non è poco!).

Sicurezza dei bambini in auto: cosa fare in viaggio, in taxi o car sharing?

Quando si viaggia in un altro paese e non si ha con sé un seggiolino auto o anche semplicemente quando si prende il taxi in città, qual è il modo migliore per proteggere un bambino? Allacciargli la cintura come ad un grande, oppure?

In Italia la legislazione sulle “altre auto”fa parte del Codice della strada, ma non obbliga l’utilizzo di un seggiolino auto in taxi o su veicolo a noleggio. Per saperne di più, potete leggere un interessante approfondimento > QUI.

In altri paesi europei alcuni taxi sono dotati di seggiolino per bambini, ma è richiesto un sovrapprezzo e il seggiolino è sempre lo stesso per tutti i bimbi, quindi non appropriato al peso\altezza di ciascun bambino che potrebbe salire.
La mamma dovrebbe comunque mettere la cintura e ricordare che non può sostituirsi al seggiolino, neanche con un abbraccio stretto stretto.
Per quanto riguarda il car-sharing, Enjoy, che ha una partnership con Chicco, mette a disposizione delle auto per le mamme. Resta aperto il problema del car-pooling, anche se, trattandosi di normali automobili, ricadono sotto la normativa che vincola all’uso del seggiolino.

Seggiolino, come sceglierlo bene

Capita di vedere bambini scendere da seggiolini scadenti per andare a passeggio su passeggini impeccabili.
Viene da chiedersi: Perché i genitori si concentrano di più sulla scelta del passeggino, quando il rischio è minimo (si è mai sentito un bambino cadere dal passeggino) e non prestano attenzione alla scelta del seggiolino adatto?  Io un’idea ce l’avrei…

Se siete alla ricerca di un seggiolino che sia un degno trono per il vostro bambino, vi consiglio di fare un giro su Cercaseggiolini che è un po’ una Bibbia per genitori in materia di seggiolini, sicurezza stradale e bebè a bordo.

Vai sul sicuro: i marchi più belli e affidabili per la sicurezza dei bambini in auto

Quando siete alla ricerca di un seggiolino arcisicuro per vostro figlio, tenete d’occhio questi fantastici cinque: hanno tutti delle idee molto intelligenti per andare sul sicuro!

  1. Bebé Confort
  2. Jané
  3. Chicco
  4. Peg Perego
  5. HTSBeSafe

Sembra non mancare proprio niente per la sicurezza dei bambini in auto, ma la nuova frontiera sono i sistemi anti-abbandono, perché i dati sono davvero spaventosi:

  • Nel 2016 già 45 bimbi morti per ipertermia perché lasciati in auto.
  • Solo 1\3 dei passanti se vede un bambino solo in auto fa qualcosa
  • Il 25% dei genitori ammette di aver dimenticato il bambino anche solo per 1 sec
  • Bastano 20 min in auto per avere danni irreversibili, meno di 2 ore per la tragedia

Non è difficile come pensiamo, scordarsi un bambino in auto. Riunione in ufficio, noi in ritardo, mille cose a cui pensare e si può credere realmente di aver accompagnato il bebè all’asilo o dalla nonna, quando in realtà non l’abbiamo fatto.
Può capitare anche al genitore più attento e premuroso del mondo.
Mentre aspettiamo che la tecnologia arrivi laddove il nostro cervello può fare cilecca, il buon vecchio post-it fosforescente può fare al caso nostro.
Li usiamo per ogni cosa. Forse attaccarne uno al volante per ricordarci di guardare sempre nel sedile posteriore prima di scendere sarebbe una buona idea!

Sicurezza dei bambini in auto: informati e #Vaisulsicuro!

 

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *