Gnocchi di tre colori per fare pace perfino con gli spinaci

gnocchi di tre colori

C’è solo un modo per far diventare amici bambini e verdure: fargliele cucinare. Provate subito: gnocchi di tre colori per fare pace perfino con gli spinaci.

Negli anni che ho passato a cucinare con i bambini nella mia scuola di cucina e in quelle con cui ho collaborato, mi sono resa conto che c’è un solo modo per far provare ai bambini sapori nuovi: incuriosirli.
E c’è solo un modo che funziona davvero: cucinare insieme.

gnocchi di tre colori zigzagmom

gnocchi di tre colori zigzagmom cucinare con bambini

Meglio ancora se si scelgono ricette in cui possono manipolare gli ingredienti.
Gli gnocchi sono perfetti e, detto tra noi, potete approfittarne per fargli fare amicizia anche con quegli alimenti normalmente off limits, come gli odiati spinaci.

 

Prendete un week end, una spianatoia e un sacchetto di farina e provate queste ricette.

Gnocchi di tre colori: rosa alla barbabietola, gialli alla zucca e verdi agli spinaci!

Gnocchi Rosa

gnocchi di tre colori zigzagmom cucina bambini

Ingredienti:

  • 300 grammi di farina 00
  • 1 Kg di Patate
  • 1 uovo
  • 150 gr di barbabietole precotte
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 pizzico di noce moscata
  • sale e pepe q.b.
  • salvia
  • burro
  • parmigiano

Lessate le patate con la buccia in acqua salata (devono ammorbidirsi, ma non sfaldarsi né assorbire troppo acqua). Intanto tagliate a pezzetti la barbabietola e poi frullatela con un filo d’acqua per ottenere una crema.
Scolate le patate lesse, fatele intiepidire e sbucciatele. Tagliatele a pezzettini e schiacciatele con lo schiacciapatate o con i rebbi della forchetta.
Trasferite il puré in una ciotola capiente. Sbattete l’uovo e mescolatelo alle patate. Unite la crema di barbabietola.
Unite la farina a sale, pepe, cannella e noce moscata, quindi aggiungete al puré, amalgamando bene il tutto.

gnocchi di tre colori zigzagmom in cucina con bambini



Formate una palla con l’impasto, chiudetelo con della pellicola e tenete in frigo per un quarto d’ora.
Spolverate di farina una spianatoia, quindi dividete il composto in pezzetti, da cui formare dei salsicciotti e poi tagliate questi ultimi a pezzetti lunghi due dita.

gnocchi di tre colori zigzagmom bambini verdure

gnocchi di tre colori zigzagmom bambini cucina verdure

Passate gli gnocchi sui rebbi di una forchetta per rigarli e poi, dalla spianatoia versateli direttamente nell’acqua bollente.

gnocchi di tre colori zigzagmom bambini e verdure
gnocchi di tre colori zigzagmom bambini chef
Quando vengono a galla, sollevateli con una schiumaiola e metteteli un un’ampia padella antiaderente in cui avrete fatto sciogliere del burro con qualche foglia di salvia.
Saltateli per farli insaporire, spolverate di parmigiano e servite.

gnocchi di tre colori gratinati

Gnocchi Gialli di Cenerentola

Ingredienti:

  • una zucca mantovana da 500 gr (da cui dovreste ottenere ca 350 gr di polpa)
  • 350 gr di patate
  • 150 gr di farina
  • un uovo
  • 50 gr di fecola di patate
  • un pizzico di noce moscata
  • sale e pepe q.b.

Riscaldate il forno a 180°C.
Mentre le patate cuociono, tagliate a fette la zucca, eliminando semi, filamenti e buccia.
Ricoprite una teglia di carta forno, adagiate le fette di zucca e cuocete per 20 min.
Schiacciate patate e zucca ancora caldi, mescolate insieme, poi, su una spianatoia, lavoratelo con la farina. Unite la noce moscata, sale, pepe, l’uovo e alla fine la fecola di patate. Lavorate bene fate una palla dell’impasto e lasciatelo riposare 10 minuti prima di fare gli gnocchi.

Gnocchi Verdi del Dinosauro

Ingredienti:

  • 400 gr di spinaci
  • 700 gr di patate
  • 150 gr di farina 00
  • sale q.b.

Fate lessare gli spinaci in poca acqua salata, mentre in un’altra cuocete le patate.
Una volta cotti gli spinaci, strizzateli e uniteli poi al purè di patate.
Aggiungete il sale e la farina, amalgamate bene tutto e procedere poi come sopra per fare gli gnocchi.

Dite la verità: vi siete divertiti anche voi, vero?

Altre ricette per cucinare le verdure con i bambini? Guardate qui.

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *