Come sopravvivere in vacanza con i bambini? Con la guida salva-nervi!

Come sopravvivere in vacanza con i bambini
Per evitare di rientrare dalle vacanze con i bambini con il bisogno di andare in vacanza da soli, scaricate la guida salva-nervi “sopravvivere in vacanza con i bambini”.

Di solito accade che mentre si va in spiaggia loro adocchiano da lontano l’unico gelataio aperto alle 8 del mattino e partano con un “gelatoooo” anche se hanno fatto colazione da dieci minuti.

Procedete schivando gelatai e negozi che vendono materassini delle forme più improbabili e ce l’avete quasi fatta a raggiungere incolumi la spiaggia, ma …
il distributore di palline è lì che vi aspetta all’ingresso dello stabilimento. E quello non si evita.
I mostri hanno capito che in fondo costa solo un eurino.

Poi ci sono cocco-bello-cocco, il carretto che “gridava gelati”, i ghiaccioli in allegri colori chimici e voi alle 11 già non ne potete più.

Ed è allora che scattano le attività marittime! Via alla caccia alle conchiglie, che servono a decorare il castello, intorno a cui va costruita la pista per le biglie.

Come sopravvivere in vacanza con i bambini castelli

A seguire: quindicesimo bagno del mattino. Gonfia braccioli, sgonfia salvagente e via così.
Sono le 11.30 e voi controllate quanto manca alla fine delle ferie.

Per sopravvivere alle vacanze con i bambini serve una guida salva-nervi!

 

Come sopravvivere in vacanza con i bambini patti chiari

 

 

Scaricatela e stampatela con un click sul LINK: Come sopravvivere in vacanza con i bambini template

Poi mettetevi d’accordo sul numero di bagni, gelati, e giri al luna Park e siate inflessibili (provateci) su cene, pranzi, docce …
Segnate con uno smile ogni cena finita, verdure comprese, e con una X ogni gelato.
Non è ricatto, è contrattazione. Patti chiari, amicizia lunga, bambini avvisati, genitori salvati.

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *