Come gestire i regali per i bambini

Come gestire i regali per i bambini

Photo credit danietc.com.br

A Natale i regali sono tanti, forse anche troppi. Ecco come organizzare al meglio la “valanga-regali”, dalla scelta al riordino. Come gestire i regali per i bambini?

I regali è meglio darli ai bambini un po’ alla volta, altrimenti si confondono.
Tanti regali e tutti insieme stimolano eccessivamente il bambino, non gli danno modo di concentrarsi su quel gioco e sulla bellezza del dono.
Se invece glieli presentiamo uno alla volta, risvegliamo il suo interesse e la sua curiosità.
Ecco allora qualche idea per gestire al meglio  l’arrivo di Babbo Natale & co.

1. Scegliamo giocattoli adatti all’età dei bambini.
Non quelli che potranno andar bene tra sei mesi o tra un anno, né quelli troppo elementari per la loro età.

2. Mettiamo a disposizione un giocattolo alla volta.
Ne tiriamo fuori altri solo quando il bambino si è stancato dei primi.
In questo modo li apprezzerà di più e potrà anche inventare un uso diverso dal solito dello stesso giocattolo.

3. Lasciamolo giocare con oggetti comuni.
Un bambino può giocare per ore con una scatola di cartone, dei pezzi di carta, dei mattoncini da costruzione.
Non distraiamolo offrendogli altri giochi. Lui, con la sua inventiva, può trasformare la scatola in una nave dei pirati, in casa delle bambole, in un nascondiglio.

4. Insegniamogli a tenere in ordine i suoi giochi.
Pochi e in un grande contenitore, ad esempio. Abituiamolo anche a metterli a posto assieme a lui al termine dei giochi.
Tanti giocattoli sparsi per la stanza e in giro per la casa confondono il bambino, lo abituano al disordine e non gli permettono di scegliere.

5. Preferiamo giocattoli che coinvolgano il bambino.
Evitiamo giocattoli “che giocano da soli”: annoiano presto e non giovano più di tanto.

6. Gestiamo i regali di parenti ed amici.
Papà e mamma “regolano il traffico” dei regali ai figli: parenti e amici passano da loro.
Con gentilezza è opportuno abituare tutti a questa consuetudine.

 

A cura di  Marco Manica – da Comunicare in Famiglia
Per altri consigli utili su questo ed altri temi si consiglia la lettura di Papà ho paura


 

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *