L’amicizia a 40 anni

amicizia-a-40-anni

Tempo di bilanci, di amiche nuove, di amiche mamme e di vecchie amiche. Perché l’amicizia a 40 anni  è sempre preziosa, anzi, forse ancor di più.

Da quando siete mamme vi siete chieste quai sono le amiche – amiche?

Perché se i cambiamenti di città e di lavoro o anche il semplice trascorrere del tempo ci allontanano giocoforza dalle amiche di una vita, è anche vero (questa, almeno, la mia esperienza) che diventare mamma è un’occasione per farsi nuove amiche, ma anche per rendere ancora più salde le amicizie di sempre.

Così quando ci si incontra con i bambini mi trovo a dire a Cos “Oggi ci facciamo un tè con la Francy-mamma-di-Bianca” con quel “mamma-di” che è diventata un’appendice obbligatoria, ma che per noi ha un significato in più, perché vuol dire che abbiamo condiviso anche questo, da amiche.
E mica è poco.

amicizia-a-40-anni-mamma-e-bimba

amicizia-a-40-anni-mom-and-girl

Perché l’amicizia a 40 anni è sempre preziosa

Arriva il momento in cui fai i bilanci:
lavori cambiati, traslochi fatti, taglie di vestiti a cui hai detto addio (o che hai ritrovato Yuppie!), fidanzati persi per strada (per fortuna), altri incontrati (perché ce lo siamo meritate), …

il momento in cui fai la lista delle cose belle vissute, i viaggi più memorabili, il rossetto giusto (dopo anni di rossetti sbagliati), il libro del cuore, il film che rivedresti mille volte, tuo figlio lì accanto a te …

e di quelle da vivere ancora come veder crescere tua figlia e il lavoro che hai costruito da te e scoprire nuovi viaggi, libri film e rossetti perfetti …

L’amicizia a 40 anni: da … y a “mamma di”

Fai i bilanci dei tuoi primi 40 o giù di lì e ti accorgi che c’è qualcuno che c’era in tutti o quasi questi momenti, quella che oggi chiami “mamma-di”, ma che per te è sempre la … y (perché le amiche di una vita hanno sempre un diminutivo che finisce per -y).

Quella con cui anche un pomeriggio banale come una domenica di pioggia diventa un momento speciale, giocando con le bambine a giochi vintage e ritagliando le chiacchiere tra un memory (che ovviamente vincono le bambine a mani basse) e una partita a Shanghai.

amicizia-a-40-anni-gioco

amicizia-a-40-anni-giochi-vintage

amicizia-a-40-anni-gioco-insieme

Cosa c’è di speciale nel trascorrere del tempo con un’amica di sempre?
Non solo che è diventato più raro e anche per questo più prezioso; c’è che te ne puoi stare in jeans e pantofole e qualche volta anche senza parlare (ci pensano i figli, di solito, a far conversazione per quattro anche se sono in due) e l’aria è comunque sempre carica. Di leggerezza, di vissuto, di cose in comune.

Puoi ridere delle stramberie che dicono i bambini e sai che quella parola riporterà alla memoria di entrambe la stessa cosa: quella volta in cui siamo partite per le vacanze insieme a Ferragosto senza aver prenotato niente, quella in cui ci siamo ritrovate a Parigi a ridere sotto un acquazzone (ti credo, vent’anni fa non rischiavamo una polmonite come adesso!), quella in cui ci siamo ritrovate dopo che le nostre vite ci avevano allontanate ed è stato come se ci fossimo salutate la sera prima.

amicizia-a-40-anni-domenica-normale

amicizia-a-40-anni-mamme

C’è il piacere di sapere che basta ancora uno sguardo per capirsi e quello di sapere che questo modo di intendere l’amicizia, questa complicità che dura da metà della nostra vita, è qualcosa che vorremmo trasmettere anche alle nostre bambine.

In fondo se di solito indossiamo le stesse scarpe e oggi abbiamo ai piedi e stesse pantofole, visto che siamo donne, non è mica un caso!

Questo post è sponsorizzato da Collégien.

Le babbucce che indossiamo, insieme a mille altre fantasie per grandi e piccoli, potete trovarle nello shop on lineNoi ci siamo innamorate di quelle in lurex, perfette da regalare alla vostra amica del cuore.

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *